Sabato 28 dicembre, ore 16.30
Sala dei Contrari
Rocca di Vignola

Silvia Tarozzi, violino e voce
parlanno esmesurato

Sabato 28 dicembre alle ore 16.30 secondo appuntamento della rassegna Spazi d’ascolto alla Rocca di VignolaTre incontri musicali dedicati al repertorio e alle sperimentazioni del nostro tempo si inseriscono nel quadro della mostra Beata solitudo, di Alessandro Moreschini – in Rocca fino al 2 febbraio 2020 – e le fanno da contrappunto sonoro. La musica è per eccellenza l’arte che si ascolta, ma le esperienze di numerosi compositori contemporanei, da John Cage alle giovani generazioni, sono proprio rivolte a un’esplorazione del fenomeno dell’ascolto, al suo ruolo attivo nella creazione artistica e alla sua capacità di veicolare un cambiamento nel rapporto agli spazi e alle persone.
Gli incontri musicali intendono proporsi come momenti inclusivi (informali?) in cui il pubblico si senta accolto a condividere un’esperienza artistica musicale in un’atmosfera semplice e conviviale. (Leggi tutto)

parlanno esmesurato è il verso di una lauda di Jacopone da Todi (1236 circa) che il compositore canadese Martin Arnold (1959) ha messo in musica per la violinista Silvia Tarozzi. La lauda dice l’impossibilità di comunicare la gioia smisurata che l’amore mistico e appassionato di Dio infonde all’uomo e la pochezza del linguaggio umano di fronte a un tale sentimento. Martin Arnold ne ha fatto una canzone ‘impossibile’: troppo lunga (35 minuti), troppo frammentata, troppo sospesa per essere compresa come tale, e nello stesso tempo di una intima e diffusa bellezza.

Programma

György Kurtág, quattro episodi da Signs, Games and Messages (1987-1997)
Martin Arnold, parlanno esmesurato (2019), per solo violino e voce

Silvia Tarozzi è violinista, interprete e improvvisatrice. La sua ricerca su una nuova gestualità strumentale e la sua personale ricerca sonora sono all’origine di diverse collaborazioni con compositori contemporanei come Éliane Radigue (FR), Pauline Oliveros (US), Pascale Criton (FR), Philip Corner (US), Cassandra Miller (CA), Pierre-Yves Macé (FR), Martin Arnold (CA). Compone lei stessa per i propri progetti musicali, tra i quali “mi specchio e rifletto”, ispirato alla poetessa Alda Merini, è in uscita per l’etichetta Unseen Worlds. Silvia è membro stabile dell’ensemble francese Dedalus e da oltre quindici anni costituisce un duo con la violoncellista Deborah Walker. Incide per le case discografiche “i dischi di AngelicA”(IT), “Unseen Worlds” (US), “Potlatch (FR) e “New World Records” (US). Co-dirige, insieme a Giovanna Giovannini, il Piccolo Coro Angelico, coro di sperimentazione musicale per bambini.

Il concerto si svolge nella Sala dei Contrari – Piazza dei Contrari 4
L’ingresso, fino ad esaurimento posti, è libero e gratuito.
tel. 059 775246 – info@roccadivignola.it

Spazi d’ascolto è un progetto di Silvia Tarozzi, a cura di Lucia Biolchini.
Promosso e sostenuto dalla Fondazione di Vignola

A partire dal 21 dicembre 2019, per tre sabati consecutivi, alla Rocca di Vignola si svolgeranno gli appuntamenti di Spazi d’Ascolto, una rassegna musicale ideata da Silvia Tarozzi, a cura di Lucia Biolchini. L’iniziativa, sostenuta e promossa dalla Fondazione di Vignola, allieterà i cittadini e i visitatori, durante il periodo natalizio, con tre concerti che si svolgeranno nella Sala dei Contrari della Rocca di Vignola, nei pomeriggi di sabato 21, sabato 28 dicembre 2019 e sabato 4 gennaio 2020.
Tre incontri musicali dedicati al repertorio e alle sperimentazioni del nostro tempo si inseriscono nel quadro della mostra Beata solitudo, di Alessandro Moreschini – in Rocca fino al 2 febbraio 2020 – e le fanno da contrappunto sonoro. La musica è per eccellenza l’arte che si ascolta, ma le esperienze di numerosi compositori contemporanei, da John Cage alle giovani generazioni, sono proprio rivolte a un’esplorazione del fenomeno dell’ascolto, al suo ruolo attivo nella creazione artistica e alla sua capacità di veicolare un cambiamento nel rapporto agli spazi e alle persone.
Gli incontri musicali intendono proporsi come momenti inclusivi (informali?) in cui il pubblico si senta accolto a condividere un’esperienza artistica musicale in un’atmosfera semplice e conviviale. (Leggi tutto)

Rocca di Vignola
Sala dei Contrari – Piazza dei Contrari, 4

Sabato 21 dicembre 2019, ore 17:00

Piccolo Coro Angelico
Voci bambine per canti futuri

Il primo appuntamento della rassegna Spazi d’ascolto è con il Piccolo Coro Angelico, nato in seno al Centro di Ricerca Musicale di Bologna, un piccolo ensemble vocale di bambini tra i 5 e i 12 anni che presenta un repertorio originale di composizioni proprie e di musicisti come Sun Ra, Philip Corner, Tristan Honsinger, Mirco Mariani e Celentano. Il coro avrà il piacere di accogliere due ospiti molto speciali, la cantante gospel Ola Obasi Nnanna e il compositore e tastierista Tiziano Popoli. (Programma)

Rocca di Vignola | Alessandro Moreschini presenta Beata Solitudo

Alla Rocca di Vignola prosegue la rassegna
Ora più rada ora più densa
Architetture dell’immaginario
a cura di Lucia Biolchini

Sabato 14 dicembre alle ore 16,00

ALESSANDRO MORESCHINI
BEATA SOLITUDO

14 dicembre 2019 – 2 febbraio 2020
ROCCA DI VIGNOLA
Piazza dei Contrari, 4
VIGNOLA (MO)

Fino al 26 aprile 2020 la Fondazione di Vignola ospita “Ora più rada ora più densa. Architetture dell’immaginario”, una rassegna di arte contemporanea a cura di Lucia Biolchini tra le mura della storica Rocca. Dopo Marina Fulgeri e Sabrina Muzi, a partire da sabato 14 dicembre 2019 e fino al 2 febbraio 2020 prende il via la mostra di Alessandro Moreschini, prima dell’ultima tappa con Linda Rigotti e Giorgia Valmorri. Il programma completo è scaricabile qui.

Il terzo appuntamento della rassegna curata da Lucia Biolchini e realizzata dalla Fondazione di Vignola tra le mura della maestosa Rocca di Vignola, Beata Solitudo di Alessandro Moreschini, inaugura sabato 14 dicembre alle ore 16.00.
Come già denunciava Gillo Dorfles esponendo il concetto di Horror Pleni, è necessario contrastare la stratificazione traboccante di informazioni – spiega la curatrice – e Moreschini proclama il suo intento artistico attraverso un percorso espositivo tracciato da elementi essenziali”.
Le decorazioni delle tre sale al piano terra vibrano con la pittura certosina e meditata di Moreschini proposta su superfici inaspettate: le chiavi inglesi di Ora et Labora perdono la loro funzione per elevarsi a fine decorazione di un tappeto orientale, e sono contrapposte simmetricamente a un video immateriale sul pavimento, a uno spazio di assenza abitato dalla lenta costruzione di una architettura del tempo. Nella sala centrale, a sovraintendere il delicato passaggio tra reale e virtuale, i quattro Buddha di Meditate azioni sull’acqua che, come le stagioni, nutrono con l’acqua il fluire dell’atto creativo.
“Le decorazioni delle Sale delle Colombe, degli Anelli, dei Leoni e dei Leopardi saranno amplificate da questo intervento di arte contemporanea che ha come intento quello di annullare il divario temporale con l’antico – afferma Carmen Vandelli, Presidente della Fondazione di Vignolae di portare la Rocca ad essere uno spazio vivo e pulsante, un luogo che, come ci ricorda Calvino, non si può smettere di cercare”.

La mostra Beata Solitudo rientra in ART CITY 2020, il programma di mostre, eventi e iniziative speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera, con la direzione artistica di Lorenzo Balbi e il coordinamento dell’Istituzione Bologna Musei.

Ulteriori informazioni e immagini in alta definizione al linkhttps://bit.ly/2RdLo27

Ora più rada ora più densa
Architetture dell’immaginario
a cura di Lucia Biolchini

Alessandro Moreschini – Beata Solitudo
Inaugurazione: 14 dicembre alle ore 16.00
Periodo: 14 dicembre 2019 – 2 febbraio 2020
Orari: dal martedì alla domenica 9.00-13 / 15.30 – 18.00
Chiuso il Lunedì
Rocca di Vignola, Piazza dei Contrari, 4, Vignola (Modena)
tel. 059.775246
www.roccadivignola.it
www.fondazionedivignola.it

 

 

In collaborazione con

 

Assicurazioni
AGE Broker

Ufficio Stampa Fondazione di Vignola
Patrizia Pesci
pesci@fondazionedivignola.it